Tornei – regole e strategie


Quando si partecipa ad un torneo, si accetta di seguire tutte le regole e avere un comportamento particolarmente tranquillo. Certamente questo vale per tutti i giochi di poker, ma specialmente nei tornei è importante sapersi comportare bene (oltre a saper giocare!): ogni irregolarità o comportamento scorretto potrà portare ad un ammonimento verbale, ad una sospensione dal gioco per un determinato intervallo di tempo, o addirittura alla squalifica dal torneo. Le chips di un giocatore squalificato vengono rimosse dal gioco.
Praticamente tutte le sale da gioco online offrono la possibilità di partecipare a tornei, che sono molto popolari e giocati dato l’interesse che suscitano in TV.

Vediamo ora alcune regole da tenere a mente qualora partecipassimo ad un torneo

1 – Per prima cosa ricordiamo che, ovviamente, le regole del tipo di poker a cui giocheremo sono le stesse che vengono usate nelle partite normali. Nei tornei al massimo può capitare che siano incrementati più frequentemente i valori dei bui, così da favorire l’eliminazione dei giocatori e non far durare troppo a lungo le partite.

2 – Il tavolo e la posizione in esso sono assegnati solitamente in maniera casuale.

3 – Non è consentito cambiare sedia dopo l’inizio del gioco, tranne rari casi

4 – L’ammontare di chips iniziale sarà consegnato ad ogni giocatore all’inizio del torneo e sarà posizionato nel posto assegnato al giocatore, sia esso presente oppure no. I giocatori assenti verranno considerati come scommettitori all-in nelle varie mani e le chips per le puntate obbligatorie come ante e bui verranno messe nel piatto.

5- Sa un partecipante che ha pagato l’iscrizione risulta assente all’inizio del gioco, si farà in modo di contattarlo per capire i motivi del ritardo. Se il giocatore chiederà di lasciare le chips al suo posto fino al suo arrivo, la richiesta verrà accolta, mentre se il giocatore risulterà irreperibile le chips saranno rimosse dal gioco dopo un certo intervallo di tempo o dopo un certo numero di puntate, a discrezione dei gestori del torneo.

6 – L’ammontare iniziale di chips dev’essere sistemato comunque sul tavolo, qualora un giocatore arrivi in ritardo le avrà così già pronte senza perdere altro tempo.


7 – Limiti di puntata e bui vengono aumentati ad intervalli di tempo regolari e prestabiliti

8 – Se c’è un segnale che indica la fine di un livello di puntate, il nuovo limite di puntate verrà applicato dalla successiva distribuzione di carte

9 - Le chips di valore troppo basso vengono rimosse dal tavolo quando non sono più necessarie e scambiate con delle nuove chips più consone al tenore dei nuovi limiti di puntata.

10 – Le chips di un giocatore assente verranno utilizzate solo in una mano con le puntate obbligate (bui, ante, etc.)

11 – Un giocatore per chiedere il “time” e fermare momentaneamente il gioco deve essere presente al tavolo

12 – Se un giocatore non è presente quando è il suo turno di parlare, la sua mano viene considerata come passata

13 - Quando dei giocatori vengono eliminati, per evitare “buchi” nei tavoli, i giocatori vengono assegnati ad altre sedie negli altri tavoli.

14 – Il numero di giocatori di ogni tavolo varierà in maniera da risultare bilanciato secondo il torneo.

15 – In molti tornei c’è un “rimescolamento” periodico dei giocatori ai tavoli

16 – Un giocatore che si dichiara all in e perde, anche qualora si accorgesse di avere qualche chips che non aveva visto, non può beneficiarne. E’ consentito l’acquisto di altre chips, se previsto dal torneo.

17 – Se un giocatore non ha abbastanza denaro per una puntata obbligatoria (un buio, o un’altra puntata obbligata), può ovviare puntando il denaro che gli rimane. Qualora vincesse il piatto, non deve versare la parte che mancava nella puntata forzata.

18 – Il giocatore eliminato deve abbandonare immediatamente la sua sedia

19 – Il giocatore non può mostrare deliberatamente le carte quando queste vengono distribuite. Se il giocatore mostra anche solo una carta, la mano verrà considerata conclusa e il giocatore penalizzato.

20 – Un comportamento inappropriato, come ad esempio lanciare le carte fuori dal tavolo, verrà penalizzato con l’esclusione dal gioco per un certo intervallo di tempo. Un’infrazione grave, ad esempio il tentativo di barare, o un comportamento scorretto nei confronti degli altri giocatori, verrà punito con l’espulsione dal torneo.

21 – Il mazzo non può essere cambiato, a meno che non sia chiesto dal mazziere oppure nel caso ci sia una carta danneggiata.

22 – Nei tornei la posizione iniziale del button viene decisa dando una carta ad ogni giocatre: chi avrà la carta più alta sarà il primo ad avere il button

23 – Il button rimane in posizione finchè i bui non sono stati versati.

24 – I nuovi giocatori entrano subito in gioco a meno che non siedano nella posizione di piccolo buio o al button. In questo caso, dovranno attendere che il button arrivi a loro.

25 – Nel testa a testa con due bui, il piccolo buio viene giocato da chi ha il button

26 – Nel Poker Stud, se una carta viene data scoperta per errore, viene ri-effettuata la distribuzione delle carte

27 – Se un giocatore annuncia di voler eseguire un rebuy prima che le carte siano state consegnate, il giocatore stesso è obbligato al rebuy.

28 – Tutte le mani dovranno essere mostrate se finite le puntate uno dei giocatori risulterà all-in

29 – Se due (o più) giocatori vengono eliminati nella stessa mano, per la graduatoria del torneo risulterà prima il giocatore che ha iniziato la mano con più chips a disposizione.

30 – Non è necessario l’intervento di un gestore del torneo per regolare eventuali accordi privati tra i giocatori. Tali accordi sono però poco approvati.

31 – Accordi privati tra i giocatori riguardo la distribuzione del piatto o simili non sono graditi. Qualsiasi accordo che escluda uno o più giocatori che siano ancora effettivamente in gioco è sleale e scorretto.

32 – Come per il punto precedente: un torneo dev’essere giocato fino alla fine, per cui un accordo sulla divisione del piatto e la conclusione del torneo senza un vincitore vero e proprio risulta assolutamente non etico

33 – I gestori hanno il diritto insindacabile di cancellare ogni evento o di modificarlo, fermo restando il diritto ai giocatori di essere informati su ogni modifica o cancellazione di un torneo