Regole del Texas Holdem


Obiettivo


L’obiettivo del gioco è ottenere la miglior mano composta da cinque carte utilizzando una qualsiasi combinazione delle cinque carte comuni sul tavolo e delle proprie due carte coperte.


Distribuzione delle carte

All’inizio del gioco, il mazziere mescola un mazzo standard da 52 carte. Nei casino’ e nelle sale da gioco il mazziere è esterno al gioco, mentre nelle partite “casalinghe” solitamente ogni giocatore a turno fa il mazziere, ed in questo caso le carte vengono distribuite dal mazziere in senso orario. Nei casino invece esiste il “button”, un disco che viene passato da giocatore a giocatore di mano in mano e che indica quale sarà il primo giocatore a ricevere le carte in quella mano.

I bui

Prima di ogni mano, i due giocatori a sinistra del button dovranno puntare una cifra prestabilita (buio) nel piatto. Nei tornei i bui aumentano ad ogni intervallo prestabilito di tempo, in modo da assicurare una maggior velocità nell’eliminazione dei concorrenti.

Ci sono due bui: il piccolo buio (small blind), corrispondente a metà del limite minimo di puntata, e il grande buio (big blind), che corrisponde esattamente al limite minimo di puntata.

Consegna delle carte

Dopo che i bui sono stati versati, il mazziere da due carte coperte (dette hole cards) ad ogni giocatore. Queste carte sono conosciute solo dal giocatore che le possiede e vengono tenute nascoste il più possibile, infatti solitamente il giocatore guarda solo un angolo della carta coprendosi con la mano, per evitare che chiunque altro possa vederle. Le Hole Cards devono stare sempre sul tavolo, possono solo essere leggermente alzate dal giocatore per guardarle e quindi rimesse sul tavolo (il giocatore potrà comunque guardarle in ogni momento, ma solitamente già dalla prima occhiata il pokerista esperto identifica la carta e la ricorda per tutta la mano).

Lo scopo del gioco come abbiamo detto è di combinare le due carte che si hanno in mano con le cinque disponibili sul tavolo per ottenere la miglior mano. Sono possibili tutte le combinazioni, quindi due hole cards e tre carte del tavolo, una hole card e quattro carte sul tavolo e, molto raramente, solo le carte sul tavolo. Il giocatore con la mano migliore vince il piatto; in caso di parità il piatto viene diviso.

Preflop

Il gioco comincia con il giocatore alla sinistra di quello che ha versato il grande buio. Egli deve decidere se passare, chiamare (puntando il limite minore di puntata) oppure rilanciare (puntando il doppio del limite inferiore di puntata). Il gioco procede in senso orario lungo il tavolo; il giocatore al piccolo buio può chiamare semplicemente puntando l’altra metà del limite minore di puntata (la prima metà l’ha puntata quando ha giocato il piccolo buio), mentre il giocatore al grande buio può eseguire semplicemente un check per entrare in gioco dato che ha già versato tutta la puntata quando ha puntato il grande buio; questo vale ovviamente solo se nessuno degli altri giocatori ha rilanciato ma si è limitato a chiamare (o a passare).

Il flop

Tre carte scoperte vengono messe al centro del tavolo. In questo turno, così come nei successivi, il primo a giocare sarà il giocatore alla sinistra del button. Il gioco procede ancora una volta in senso orario. Tutte le puntate o i rilanci devono corrispondere al limite minore di puntata.

Il turn

Una quarta carta scoperta viene posizionata sul tavolo. Anche in questo caso il gioco procede in senso orario a partire dal giocatore alla sinistra del button, ma in questo turno tutte le puntate o i rilanci devono corrispondere al limite maggiore di puntata.

Il river

Una quinta ed ultima carta scoperta viene posizionata sul tavolo; il gioco procede come nel turno precedente ed anche in questo caso le puntate e i rilanci devono corrispondere al limite maggiore di puntata.

Showdown

Una volta finito il turno di puntate successivo al river, i giocatori rimasti in gioco mostrano le loro carte e viene decretato il vincitore del piatto.



Irregolarità

Durante il gioco potrebbero verificarsi delle irregolarità, solitamente “causate” dal mazziere. Vediamole.

La prima holecard è scoperta

Se la prima holecard, che dovrebbe essere coperta, viene consegnata per errore scoperta, si verifica un’irregolarità. In questa situazione il mazziere, riprende la carta consegnata scoperta, mescolerà nuovamente il mazzo, e ridarà le carte. Se una qualsiasi altra holecard verrà data scoperta per un errore del mazziere, la distribuzione delle carte continuerà, dopo di che il mazziere sostituirà la carta erroneamente scoperta con la prima a disposizione nel mazzo, e la carta che era stata consegnata scoperta per errore verrà utilizzata come “burn card” (carta bruciata), ovvero la carta che viene scartata dal mazzo prima del flop.
Qualora per errore fosse consegnata in tutto più di una carta scoperta, il mazziere dovrà rieseguire la distribuzione delle carte.

Le carte sul tavolo vengono posizionate prima della fine del turno di puntata

Se il mazziere per sbaglio esegue il flop prima che vengano completate le puntate, il flop dovrà essere rieseguito. In questo caso il mazziere rimescolerà il mazzo, ad eccezione della “burn card”, che rimarrà sul tavolo, e quindi eseguirà nuovamente il flop.

Il mazziere consegna una carta di troppo

Se il mazziere da per sbaglio una carta in più al primo giocatore, dopo che tutti gli altri giocatori hanno ricevuto le loro carte, la carta “extra” verrà ripresa dal mazziere e usata come “burn card”. Se viene consegnata più di una carta “extra”, il mazziere eseguirà nuovamente la distribuzione delle carte.

Giocare con le carte del tavolo

Se vogliamo giocare con solo le carte comuni sul tavolo senza usare le nostre hole card, dobbiamo dichiararlo prima di “lanciare via” le nostre due carte, altrimenti verremo considerati fuori dalla mano e quindi abbandoneremo il piatto.